lunedì, 15 luglio 2024

Scoperte e sequestrate due discariche a cielo aperto con rifiuti speciali pericolosi nel Lametino (VIDEO)

Operazione di polizia ambientale condotta da Guardia di Finanza e Guardia Costiera di Vibo Marina, con il coordinamento della Procura della Repubblica

Operazione di polizia ambientale da parte della Guardia di Finanza di Lamezia Terme e Guardia Costiera di Vibo Marina, con il coordinamento della Procura della Repubblica lametina. Sono state controllate due aziende specializzate nel commercio e recupero per il riciclaggio di cascami e rottami metallici operanti nell’hinterland lametino, nonché un’officina specializzata nelle riparazioni di mezzi ed attrezzature agricole. Le verifiche, eseguite con l’ausilio del personale tecnico dell’Arpacal, hanno consentito di accertare un’illecita gestione di rifiuti pericolosi creata ad hoc per incrementare i profitti attraverso il fraudolento contenimento dei costi di smaltimento, realizzando delle vere proprie discariche abusive a cielo aperto dove venivano abbandonati enormi quantità di rifiuti speciali pericolosi, con l’inevitabile compromissione delle matrici ambientali suolo ed acqua, e costituendo un potenziale pericolo per la salute pubblica. Le indagini hanno accertato la sussistenza di gravi indizi di colpevolezza a carico degli amministratori delle società controllate, per vari reati in materia ambientale, nonché per violazioni alla normativa urbanistica. Per tali violazioni si è proceduto al sequestro di 2 fabbricati, un autocarro e 2 discariche abusive della superficie complessiva di oltre 7.000 mq.