Cosenza Cronaca Notizie TICKERS

Sequestrati beni per oltre 900mila euro ad appartenente a cosca di ‘ndrangheta

L'uomo è stato coinvolto nell’operazione “Santa Tecla”, condotta nel 2010 dalla DDA di Catanzaro, e successivamente condannato Scritto da:

I Finanzieri di Cosenza hanno dato esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo per un importo complessivo di quasi 1 milione di euro a carico di un appartenente ad una cosca di ‘ndrangheta di Corigliano Calabro. Le indagini hanno riguardato C.M. (classe 1976), coinvolto nell’operazione “Santa Tecla”, condotta nel 2010 dalla DDA di Catanzaro e successivamente condannato dalla Corte di Appello di Catanzaro – con sentenza divenuta irrevocabile nel 2015 – a 5 anni e 4 mesi, per il reato di associazione a delinquere di stampo mafioso.

Dagli accertamenti è risultato che l’uomo, nel periodo 2016-2019, aveva omesso di comunicare agli organi preposti alcune operazioni di cessione di fabbricati e ricavi per pignoramenti presso terzi, per un valore complessivo di oltre 973mila euro. Tale obbligo di comunicazione, disciplinato dalla normativa antimafia, prevede che i condannati in via definitiva per associazione a delinquere di stampo mafioso, nonché i destinatari di una misura di prevenzione personale, sono tenuti a comunicare, per dieci anni (a decorrere dalla data del decreto e/o sentenza definitiva di condanna) – ed entro 30 giorni dal fatto – al Nucleo di Polizia economico-finanziaria competente per territorio, tutte le variazioni nell’entità e composizione del patrimonio, concernenti elementi di valore non inferiore ad 10.329,14 euro. Al termine degli accertamenti, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, i Finanzieri hanno proceduto al sequestro preventivo, finalizzato alla confisca per equivalente, di 17 terreni e 19 fabbricati (ubicati a Corigliano-Rossano), 2 automezzi ed i saldi attivi di 2 conti correnti bancari.

Condividi su
8 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA