Attualità Calcio Crotone Notizie Serie A Sport TICKERS

SERIE A | Calcio: Napoli troppo forte, Crotone a secco di punti da un mese

Finisce 0-4 la gara allo "Scida" Scritto da:

(fonte foto: fccrotone.it)

Un Crotone coraggioso ma, al solito, improduttivo si arrende al Napoli che non fallisce l’aggancio al terzo posto della Juve, e che senza il punto di penalizzazione sarebbe secondo in condominio con l’Inter di Conte. Gara vivace ed equilibrata nel primo quarto. Subito uno spunto di Petagna, per la prima volta titolare: sinistro a giro dal limite di poco a lato. Il Crotone tiene ma in avanti si vede poco, a parte un sinistro alto di Messias. Poi l’accelerazione degli azzurri. Al 24′ gran giocata di Insigne che pesca tra le linee Petagna, che però si fa ipnotizzare da Cordaz. L’episodio accende il confronto. Molina pesca Simy che però non inquadra la porta. Napoli avanti al 31′: Zielinski inventa, Insigne acchitta il destro e dai venti metri infila sul secondo palo. Rete numero 70 per lo scugnizzo, a -1 dai monumenti Higuain ed Altafini. Il Crotone non si demoralizza e Vulic, appena entrato al posto di Benali impegna Ospina. La svolta definitiva arriva ad inizio ripresa: Petriccione entra col piede a martello su Demme, il Var richiama Marinelli che estrae il rosso. Ed otto minuti dopo i tenori azzurri ne approfittano: Insigne stavolta assiste Lozano che non non sbaglia e trafigge Cordaz di piatto. Ad un quarto d’ora dalla fine è il “crotonese” Demme, famiglia originaria di Scandale, a chiudere il conto al termine di un’azione in velocità iniziata da Lozano e rifinita da Mertens. Ed al 91′ arriva anche il gol di Petagna, su assist di Mertens. Per il Crotone i numeri sono impietosi: ultimo posto a parte, è a secco di punti da un mese, ha il peggiore attacco e la peggior difesa. Di buono c’è che il calendario ora diventa più “umano”, ma contro lo Spezia la prossima settimana l’aria sarà già quella dello spareggio. Un po’ presto, a metà dicembre. Il ritardo si sta facendo incolmabile. O si cambia registro, ed in fretta, oppure è inutile farsi illusioni su recuperi e marce trionfali nel girone di ritorno.

Francesco Sibilla

Condividi su Whatsapp
3 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA