Attualità Calcio Crotone Notizie Serie A Sport TICKERS

SERIE A | Calcio, notte fonda per il Crotone: anche il Cagliari passa allo “Scida”

Sesta confitta sconsecutiva e record negativo per i rossoblu nella massima serie calcistica Scritto da:

(fonte foto: fccrotone)

Sembra già finita, e siamo a fine febbraio. Ma la sconfitta casalinga contro il Cagliari, la sesta consecutiva (record negativo dei rossoblu in serie A) sa tanto di sentenza definitiva per un Crotone al quale costa ancora una volta cara la debolezza costituzionale che l’ha accompagnato da inizio stagione, e che unita all’ostinazione tattica di Stroppa ed ai troppi errori dei singoli ha prodotto la miseria di 12 punti, gli ultimi conquistati 41 giorni fa. Stroppa ha scelto Rispoli a destra, spostato Pereira a sinistra, Messias mezzala e Ounas e Di Carmine davanti. Dopo una partenza promettente (ripartenza-lampo di Ounas, apertura a destra per Rispoli sul cui assist Di Carmine non arriva per un soffio, poi conclusione alta di Messias) e dopo 10′ a buon ritmo la partita, complice il gran caldo, diventa soporifera. Esce Vulic, colpito duro (entra Zanellato), si fa male anche Molina dopo uno scontro con Godin, fino all’intervallo l’unica nota è un tentativo arruffato dal quale nasce un’opportunità per Di Carmine, chiuso al momento del tiro da Rugani. Crotone più convinto in avvio della ripresa ed all’8′ Messias dal fondo scodella in mezzo per Henrique sul cui colpo di testa salva Godin. Crotone propositivo ma punito alla prima, immancabile incertezza: Lykogiannis crossa verso il secondo palo, Pavoletti, fin lì evanescente, salta tra le statue di sale e sblocca il confronto. Com’è accaduto tante altre volte, preso il gol il Crotone si è depresso. Due minuti dopo Duncan mette in moto Nandez che punta Pereira e serve Pavoletti, sul quale Magallan, ammonito, entra da dietro: Joao Pedro trasforma il rigore insaccando sotto la traversa. 0-2 al quarto d’ora, troppo per chiunque, specie per chi neppure ha fortuna. Ounas coglie la base del palo con un sinistro a giro e la sfida, che poteva riaprirsi, resta chiusa. Ad un quarto d’ora dalla fine ospiti in dieci (espulso Lykogiannis che trattiene Ounas lanciato in campo aperto), ma solo al 90′ il Crotone si riavvicina al gol: Pereira su punizione calcia benissimo ma il riflesso di Cragno, che la spedisce sulla traversa, è straordinario. Il Crotone eguaglia il record negativo della Spal (15 partite consecutive interne subendo gol in serie A) ma soprattutto resta a distanza siderale dal quart’ultimo posto alla vigilia della visita all’Atalanta di Gasperini.

Francesco Sibilla

Condividi su Whatsapp
1 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA