Province

Serie B. A Crotone un rigore di Budimir salva Stroppa nel finale. Il Cosenza domani ospita il Perugia

Sarebbe potuta diventare davvero una notte da incubo quella di Giovanni Stroppa e del Crotone se ieri sera la squadra rossoblù non fosse riuscita ad agguantare il pari, nel finale di gara, e su calcio di rigore, contro il Brescia. Un 2-2 che ha dell’incredibile, e che ha visto la squadra di casa tirare fuori una prestazione superlativa che però poteva non bastare per descrivere al meglio quello che è successo in campo.

I limiti della difesa a tre schierata dal tecnico pitagorico hanno subito mandato in affanno la squadra e così che Golemic, in ritardo su Torregrossa, ha concesso agli avversari un calcio di rigore dopo appena 9 minuti di gioco. C’è da dire che l’arbitro Marinelli di Tivoli è stato per tutta la gara eccessivamente severo con i padroni di casa, negando poi un rigore netto su Nalini e scegliendo a sfavore dei rossoblù in qualche altra circostanza. Donnarumma dal dischetto non sbaglia e in quel momento nel Crotone accade qualcosa. Cordaz e compagni non ci stanno a lasciarci le penne per la terza volta in una settimana e tirano fuori una grinta che sorprende gli avversari al punto da mandarli letteralmente in confusione. Ordine, cattiveria, corsa e lucidità. E’ un Crotone che sembra aver ritrovato se stesso quello che al 56′ trova la rete del pareggio con Budimir. Per la verità le palle gol nell’aria di rigore del Brescia si sono letteralmente sprecate. E in 10 contro 11 è sempre il Crotone a fare la partita. Nonostante questo, però, il Brescia riesce a trovare nuovamente il gol del vantaggio, e stavolta è Faraoni, subentrato a Molina, a regalare in piena area di rigore un assist perfetto agli avversari. Sembrava ormai fatta per gli uomini di Corini, ma è Alfonso, che nonostante tutto rimane il migliore in campo per le superlative parate viste nel primo tempo, a mandare a terra Budimir che si procura così un calcio di rigore che salva la panchina di Stroppa.

Al termine della gara i tifosi rumoreggiano sugli spalti, la curva chiede a gran voce di poter parlare con l’allenatore. Anche in Tribuna non mancano critiche e malumori. Alla fine però è pace fatta: il tecnico dei pitagorici arriva sorridente all’appuntamento con i giornalisti nel dopo gara e racconta di un dialogo sereno con i tifosi. «Loro vogliono vincere – ha dichiarato – sono molto dispiaciuto che non ci siamo riusciti questa sera». E sul modulo aggiunge: «Non sono così rigido e integralista. Nella mia carriera ho già giocato con il 4-3-3, se servirà lo prenderò in considerazione».

La sintesi della gara

CROTONE: Cordaz; Sampirisi, Golemic, Marchizza; Firenze, Molina (55′ Faraoni), Benali, Stoian (75′ Rohden), Martella; Budimir, Nalini (77′ Simy). A disp.: Festa (GK), Curado, Crociata, Barberis, Zanellato, Vaisanen, Valietti, Spinelli, Aristoteles. All. Stroppa
BRESCIA: Alfonso; Sabelli (75′ Cistana), Romagnoli, Gastaldello, Curcio; Martinelli (66′ Spalek), Tonali, Dall’Oglio; Bisoli; Torregrossa, Donnarumma (61′ Morosini). A disp.: Andrenacci (GK), Mateju, Ndoj, Ferrari, Tremolada. All. Corini
ARBITRO: Marinelli di Tivoli
MARCATORI: 12′ Donnarumma su rigore (B), 56′ Budimir (C), 70′ Dall’Oglio (B), 90’+6 Budimir su rigore (C)
AMMONITI: 37′ Martinelli (B), 73′ Spalek (B), 85′ Faraoni (C)
ESPULSI: 9′ Golemic (C)

Il campionato di serie B va avanti e oggi in campo scenderà anche l’altra calabrese, il Cosenza di Piero Braglia che ospita al San Vito-Marulla il Perugia. Anche per Braglia vincere l’unica cosa conta, anche a Cosenza la pazienza dei tifosi, ancora in attesa del primo successo stagione, potrebbe essere arrivata al capolinea.

Probabile Formazione:

Cosenza (3-5-2): Saracco, Capela, Dermaku, Legittimo, Corsi, Bruccini, Mungo, Garritano, D’Orazio, Maniero, Tutino.

Cosenza – Perugia sarà diretta dal Sig. Federico Dionisi di L’Aquila, coadiuvato dagli Assistenti Sig. Michele Lombardi di Brescia e Sig. Vincenzo Soricaro di Barletta. Quarto ufficiale di gara sarà il Sig. Luigi Pillitteri di Palermo.

L.L.

10 Condivisioni
Condividi su Whatsapp