Attualità Calcio Crotone Notizie Serie B Sport TICKERS

SERIE B | Calcio, Modesto sarà il nuovo allenatore del Crotone: manca solo la firma

Sarà lui il successore di Stroppa e Cosmi, a lui il presidente Gianni Vrenna affiderà il compito di guidare la squadra in serie B e di tentare un'altra impresa. Scritto da: FRANCESCO SIBILLA

(fonte foto: fccrotone.it)

Manca ancora la firma, ma è questione di ore e Francesco Modesto sarà il nuovo allenatore del Crotone. Sarà lui il successore di Stroppa e Cosmi, a lui il presidente Gianni Vrenna affiderà il compito di guidare la squadra in serie B e di tentare un’altra impresa. Modesto sarà il secondo allenatore scelto per guidare la squadra della sua città negli ultimi 9 anni: il primo fu Massimo Drago, che nel gennaio del 2012 prese il posto dell’esonerato Menichini conquistando due salvezze in B e raggiungendo il primo turno dei playoff grazie ad un sesto posto finale nel 2015. Per Drago, fin lì vice di Menichini, era il primo incarico importante, mentre Modesto ha già accumulato tre esperienze, tutte in serie C: primo incarico col Rende, buon decimo posto finale, poi la non felice parentesi di Cesena (esonerato a gennaio), quindi la buona stagione a Vercelli, conclusa col quarto posto e l’eliminazione nei playoff per mano del Sudtirol. Ma Modesto può già vantare un primato assoluto: quello di allenatore più giovane scelto dalla società rossoblu, che ha molto spesso puntato su tecnici non affermati ed ancora in età di confine tra quelle dell’ex calciatore e del neo diplomato di Coverciano. Accadde con Cabrini (43 anni), Gasperini (44 anni), Drago e Juric (41 anni al momento dell’incarico). Corini, che però subentrò a stagione in corso, ne aveva 40. Modesto, quando inizierà la prossima stagione, avrà compiuto 39 anni e mezzo. Sa bene che per gli allenatori Crotone è una rampa di lancio, conosce alla perfezione l’ambiente, ha da sempre un rapporto di affettuosa stima col presidente, che gli ha dato la chance di giocare per due stagioni nella sua squadra del cuore dopo una carriera da giramondo, e di conquistare la promozione in serie A col suo amico Juric. Il suo gol al Como alla quintultima giornata poteva anche diventare quello della promozione aritmetica, alla fine rinviata di una settimana e conquistata a Modena. E poi, non avrebbe mai potuto rifiutare un’offerta che pare assai allettante poiché il Crotone parte da una buona base tecnica e potrà reinvestire il tesoretto che ricaverà dalle cessioni di Simy e Messias. Un affare vicendevolmente vantaggioso: la società evita un salto nel buio, Modesto sa di poter contare su una società solida, sempre presente, molto attenta ad ogni aspetto e che in serie B sa benissimo come muoversi. E che continua, come pochissime, a valorizzare talenti e risorse indigene.

Condividi su Whatsapp
5 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA