Province

Serie B: perde il Crotone, non va oltre il pari il Cosenza. Martedì si torna in campo

Un sabato non troppo fortunato quello vissuto ieri dagli appassionati di calcio calabresi. Il riferimento è alla serie B dove non vincono né il Crotone né il Cosenza. Il primo a scendere in campo alle 15 di ieri è stato proprio il Crotone di mister Stroppa. Attesissima la sfida contro il Verona che si preannunciava una vera e propria sfida di alta classifica. Perde invece male la squadra di casa, a tratti irriconoscibile rispetto alla formazione che qualche settimana prima aveva battuto il Foggia proprio allo Scida e vinto in casa del Livorno nel posticipo di lunedì. Un Crotone sofferente e una squadra disorientata, questo è parso il gruppo ai sei mila tifosi presenti sugli spalti. Il 3-5-2 di Stroppa non convince, il gioco propositivo espresso nei primi venti minuti risulta sterile e la squadra piano piano affonda sotto i colpi di un Verona veloce, in forma e carico. A nulla serve il gol di  Firenze a cinque minuti dalla fine. Certo, non si può e non si deve disperare. Il campionato è appena iniziato, il Crotone è sulla carta una squadra forte ma deve ritrovare il gioco di squadra e la qualità dei singoli. La serie B non perdona.

Questo il tabellino della gara

CROTONE: Festa; Cuomo, Sampirisi (73’ Budimir), Marchizza; Faraoni, Rohden, Benali, Firenze, Martella (46’ Stoian); Nalini, Simy (65’ Spinelli). A disp.: Cordaz (GK), Figliuzzi (GK), Golemic, Crociata, Molina, Zanellato, Vaisanen, Aristoteles. All. Stroppa
VERONA: Silvestri; Almici, Marrone, Caracciolo, Crescenzi; Henderson, Colombatto, Dawidovicz; Matos (79’ Lee), Tupta (69’ Cissé), Laribi (61’ Ragusa). A disp.: Ferrari (GK), Tozzo (GK), Eguelfi, Gustafsson, Balkovec, Zaccagni, Calvano, Kumbulla, Danzi. All. Grosso
ARBITRO: Sacchi di Macerata
MARCATORI: 14’ Henderson (V), 57’ Colombatto (V), 85’ Firenze (C)
AMMONITI: 53’ Caracciolo (V), 61’ Almici (V), 62’ Faraoni (C), 87’ Benali (C), 87’ Lee (V)

Pareggio beffardo quello invece che la sorte ha riservato al Cosenza di Braglia, ancora senza vittorie nel campionato in corso. Ci avevano creduto Tutino e compagni di poter portare a casa i tre punti contro il Livorno, e ci avevano creduto anche i diecimila tifosi desiderosi di vendicare lo 0-3 subito a tavolino contro il Verona nella seconda giornata. Ed invece non è bastato il cuore e i polmoni dei padroni di casa per portare il successo al traguardo perché la squadra di Lucarelli, anch’essa alla ricerca del primo successo stagionale, è riuscita a riacciuffare il pari. Resta la buona prestazione del Cosenza, almeno nella prima parte di gara, dalla quale ripartire per tornare subito all’attacco. Il tempo c’è ma stappare lo spumante al primo successo dell’anno diventa a questo punto fondamentale, soprattutto per tenere alto l’umore nello spogliatoio.

La sintesi della gara:

COSENZA (3-5-2): Saracco; Capela, Dermaku, Legittimo; Corsi, Bruccini, Mungo (18′ st Varone), Garritano, D’Orazio (27′ st Anastasio); Maniero, Tutino (25′ st Di Piazza). A disp.: Cerofolini, Idda, Palmiero, Perez, Baclet, Bearzotti, Pascali, Verna, Baez. All. Braglia

LIVORNO (3-5-2): Mazzoni; Di Gennaro, Dainelli (29′ st Kozak), Gonnelli; Maicon, Valiani, Luci, Agazzi (14′ st Diamanti), Porcino; Raicevic (14′ st Giannetti), Murilo. A disp.: Zima, Bruno, Gasbarro, Iapichino, Soumaoro, Maiorino, Bogdan, Frick, Fazzi. All. Lucarelli

ARBITRO: Ros di Pordenone (Tardino – Lombardo)

MARCATORI: 35′ pt Tutino (C), 39′ st Giannetti (L)

AMMONITI: Di Gennaro (L), Dermaku (C), Dainelli (L), Maicon (L)

Martedì si torna nuovamente in campo per il turno infrasettimanale della serie Bkt. Il Crotone sarà ospite a Pescara e il Cosenza andrà a giocare in casa della Cremonese.

4 Condivisioni
Condividi su Whatsapp