Province

Serie b. Verso il derby rossoblù, Oddo: «Non abbiamo altra strada se non quella della vittoria»

«Sappiamo quanto siano delicati i derby, ma per noi non c’è altra strada se non quella della vittoria. Abbiamo lavorato tanto e per noi lunedì sarà la partita dalla quale ripartiremo per intraprendere un percorso che spero ci porterà lontano». Con queste parole l’allenatore del Crotone Massimo Oddo ha iniziato la sua conferenza stampa a due giorni dal delicatissimo derby contro il Cosenza previsto allo stadio Ezio Scida di Crotone lunedì alle ore 21.

Oddo ai giornalisti ha parlato di aspetto emotivo ma soprattutto di gioco. «Io voglio  in campo sempre una squadra vincente, che sappia capire i momenti di difficoltà ma che sia capace di ragionare e di affrontarli. Una squadra vincente è quella che capisce i momenti della partita, che sa soffrire.  Solo così diventeremo una grande squadra». A proposito dell’avversario il tecnico pitagorico non ha dubbi: «Il Cosenza è una squadra che non butta mai la palla – ha precisato – che cerca di giocare e che ha meno punti di quelli che effettivamente meriterebbe. Dobbiamo fare una buona prova».

La ricetta di Oddo per tornare a vincere è unità d’intenti, armonia, complicità tra i giocatori. «Io credo fortemente in tutta la rosa del Crotone, ogni giocatore deve mettere in pratica quello che gli chiedo – ha poi proseguito l’allenatore – abbiamo lavorato tanto sui sincronismi e sulla conoscenza reciproca. Abbiamo provato a migliorare le lacune di questi ragazzi e sono molto curioso di vederli in campo».

Per quanto riguarda la formazione Oddo ha anticipato che giocherà Budimir dall’inizio e poi ha aggiunto: «Martella e Marchizza stanno bene, cercherò di mettere in campo quelli che si sono allenati di più, soprattutto sotto il profilo fisico. Ma l’aspetto mentale sarà ancora più importante. Sceglierò chi mi darà più garanzie. E’ un gruppo che sta lavorando molto bene e che sta migliorando». E infine sui tifosi: «Al pubblico la spinta la dobbiamo dare noi. Se il pubblico vede una squadra determinata e che lotta su ogni pallone il pubblico si esalta. Sappiamo bene che la nostra tifoseria è arrabbiata almeno quanto lo siamo noi. Cercheremo di ripartire al più presto».

Laura Leonardi

7 Condivisioni
Condividi su Whatsapp