Italia Notizie

Servizi a pagamento attivati sui cellulari senza consenso: truffati migliaia di utenti


Servizi a pagamento attivati sui cellulari senza il consenso degli utenti: giochi, suonerie, oroscopo, per un prelievo da cinque o dieci euro a persona, che moltiplicate per l’elevato numero di vittime della truffa, portano ad una cifra enorme. Quella scoperta dalla Procura di Milano – con 11 indagati – è una truffa di proporzioni imponenti, di cui sono stati vittime migliaia di clienti delle più importanti compagnie telefoniche. Tra gli indagati figurano tre ex dirigenti di Wind (tra loro c’è Luigi Saccà, figlio dell’ex direttore generale della Rai Agostino), tre dipendenti di Pure Bros Spa e un consulente della stessa società di riferimento delle Telco in Italia.

L’indagine ha portato al sequestro di 12 milioni di euro su conti esteri, e nello stesso tempo gli inquirenti hanno inviato una lettera all’Agcom con cui hanno chiesto di estendere gli accertamenti a Vodafone e Tim, per verificare se lo stesso metodo è stato usato con tutte e ltre le compagnie.

Il meccanismo della truffa era relativamente semplice: era sufficiente visitare una pagina web, talvolta con l’inganno di fraudolenti banner pubblicitari e, senza far nulla, senza neppure un click, ci si ritrovava ad essere abbonati a un servizio a pagamento.

2 Condivisioni
Condividi su Whatsapp