Appuntamenti Attualità Catanzaro Cosenza Cultura Musica Notizie

Sesta edizione di “Radicamenti”: in Calabria, tra i vari, Morgan e Sud Sound System (VIDEO)

I Sud Sound System, Teresa De Sio e Morgan sono fra gli ospiti della sesta edizione di “Radicamenti”, il festival culturale promosso dall’amministrazione comunale di Mendicino che con incontri culturali ed eventi artistici, all’insegna della tradizione, intende promuovere una riflessione sul ruolo che i comuni possono esercitare ai fini dello sviluppo locale. La direzione artistica della manifestazione, presentata presso la Cittadella regionale, è curata da Checco Pallone, che ha allestito un cartellone di assoluto prestigio che parte in anticipo rispetto agli anni scorsi, quando la rassegna si concentrava tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, con la chiusura col concerto sul Monte Cocuzzo. Tre gli appuntamenti prima del gran finale: si parte già domenica prossima, 14 luglio, nel centro storico di Mendicino con un concerto di Francesca Prestia ed Otello Profazio, la coppia folk eccellente della nostra regione. Poi sarà la volta di due concerti-reading: il 25 luglio tocca a Carmine Abate e Cataldo Perri, accompagnati dall’orchestra Squintetto, e l’8 agosto a Paolo Sofia e Gioacchino Criaco. A fine agosto, il clou: il 29 agosto il reggamuffin-pizzica dei Sud Sound System, gruppo salentino molto apprezzato dai giovani e molto impegnato sui temi a difesa dell’ambiente. Il 30 agosto la singolare coppia formata da Baba Sissoko, uno dei maggiori esponenti della musica etno-jazz, e Tonino Carotone, il cantautore spagnolo innamorato dell’Italia al punto di scegliere uno pseudonimo che mischiasse le sue due grandi passioni, quelle per Renato Carosone e Fred Buscaglione. Il 31 agosto arriva Morgan, che sarà accompagnato dalla Calabria Orchestra, e domenbica 1° settembre si chiude sul Monte Cocuzzo, col concerto di Teresa De Sio. Il sindaco di Mendicino, Antonio Palermo, fiero di aver fatto conoscere Mendicino a tanti visitatori grazie a “Radicamenti”, già pensa ad un ulteriore salto di qualità.

L’assessore regionale alla cultura, Maria Francesca Corigliano, pone l’accento sull’alta qualità della proposta progettuale del festival che si concretizza sia nella decisione di puntare su linguaggi culturali diversi, sia ancora sulla valorizzazione dei beni culturali e del patrimonio naturale.

19 Condivisioni