Province

Sfruttamento della prostituzione, sette misure cautelari a Rende

Scritto da:

Sette misure cautelari sono state emesse dal Gip del Tribunale di Cosenza ed eseguiti dalla locale Squadra mobile contro altrettante persone accusate di favoreggiamento e sfruttamento aggravato della prostituzione. Si tratterebbe di un giro di “squillo” straniere provenienti da tutta Italia e pubblicizzate con annunci su siti web. Disposti gli arresti domiciliari a carico di 4 persone, 3 italiani ed una brasiliana, e l’obbligo di presentazione alla Pg per una ecuadoregna e due romeni. Dalle indagini, avviate nel maggio 2017 e condotte con intercettazioni telefoniche e attività di videosorveglianza, è emerso che gli indagati avrebbero sfruttavano la prostituzione di donne prevalentemente sudamericane o romene, collocandole in appartamenti a Rende dietro il corrispettivo di 50 euro al giorno per ogni donna. Uno di loro fungeva da “tassista tuttofare” accompagnando le prostitute e fornendo l’occorrente per il loro lavoro. Una donna, oltre a prostituirsi, si adoperava a reclutare altre donne.

Condividi su
10 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA