Economia e Lavoro Notizie

Manifestazioni a Roma e Villa San Giovanni da parte degli lsu-lpu calabresi

Scritto da:

La protesta dei lavoratori precari non si ferma. Gli ex Lsu ed Lpu calabresi sono a Roma in presidio per attendere la svolta alla loro vertenza. Con loro c’è anche il Segretario generale della Uil Calabria, Santo Biondo. Sindacalisti e lavoratori si stanno impegnando per ottenere un tavolo di confronto con il sottosegretario Castelli. In questi minuti, a quanto appreso dalla pagina Facebook della Uil Temp Calabria, i manifestanti stanno cercando in tutti i modi di essere ricevuti da rappresentanti istituzionali.

In queste ore a Roma, è in discussione al Senato la legge di stabilità con la quale dovrebbe essere approvato un emendamento, promesso nei giorni scorsi dal Ministro alle Infrastrutture, Danilo Toninelli, per la stabilizzazione di questi lavoratori. Un provvedimento che non piace al sindacato Usb. «L’emendamento – affermano i sindacalisti Usb – che così come è stato formulato non risolve la vertenza per tutti i lavoratori ma solo per qualche centinaio di loro».

Contemporaneamente, una cinquantina di Lpu-Lsu aderenti al sindacato Usb, hanno attuato un presidio a Villa San Giovanni. Dopo essersi concentrati all’ingresso degli imbarcaderi verso la Sicilia, provocando dei rallentamenti nel flusso delle vetture dirette in Sicilia, i manifestanti hanno raggiunto in corteo il piazzale antistante la stazione ferroviaria. Al momento il transito, da e per la regione siciliana, si svolge regolarmente. I lavoratori stanno presidiando il piazzale della stazione ferroviaria, creando qualche difficoltà al traffico veicolare in transito verso gli imbarcaderi.

Condividi su Whatsapp
8 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA