Cosenza Cronaca Notizie TICKERS Ultima Ora Coronavirus

S’incatena davanti al suo bar in centro a Cosenza per protesta: «Si muore più di fame che di coronavirus»

Gesto eclatante di una proprietaria di un'attività del comune bruzio contro la sentenza del Tar Scritto da:

“Protesto perché al momento in Calabria si muore più di fame che di coronavirus”. Sono le parole di Giovanna Mirabelli, proprietaria di un bar su corso Mazzini a Cosenza, che questa mattina si è incatenata davanti la propria attività per protestare contro la sentenza con cui il Tar della Calabria ha annullato l’ordinanza del presidente della Regione, Jole Santelli, che consentiva il servizio all’esterno per i locali di ristorazione. “Ho rastrellato il fondo – ha aggiunto Giovanna Mirabelli- e speso tutti i soldi per sistemare il locale e adeguarlo alle nuove norme. Adesso devo chiudere e posso fare solo l’asporto in una regione dove il contagio è prossimo allo zero. Da una pandemia siamo passati alla guerra perché stiamo morendo”. Sul posto il personale della Questura di Cosenza. (Ansa.it)

Condividi su Whatsapp
42 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA