Province

Strategie per restare, l’impegno del Gal Serre calabresi

Scritto da:

Con il forum tenutosi nella sede di Chiaravalle Centrale, il Gal Serre Calabresi conclude la prima fase di
presentazione del Piano di azione locale (Pal) SPES, acronimo di “strategie per (re)stare” ma anche
locuzione latina che significa speranza, attesa per un territorio che ha intrapreso da anni percorsi virtuosi di
sviluppo e che vuole continuare nella strada intrapresa.
Dopo il saluto del sindaco di Chiaravalle, Domenico Donato, il presidente del Gal Marziale Battaglia ha posto al centro del suo intervento il ruolo del Gal quale agenzia di sviluppo locale, impegnata non solo nell’attuazione del Pal ma di altre iniziative di sviluppo locale che riguardano la formazione, la ricerca scientifica nel settore agroalimentare, la creazione di reti per la promozione e commercializzazione dei prodotti agroalimentari, l’accoglienza diffusa, la progettazione dei Piani di sviluppo locale. Il Gal ha avviato una nuova fase con il rinnovo degli organi sociali, l’ampliamento del territorio di competenza all’Unione dei Comuni di Monte Contessa, all’allargamento della compagine sociale che oggi conta ben 160 soci ad una nuova regolamentazione dell’attività di gestione della società improntata a criteri di trasparenza, partecipazione ed efficienza.
Il Forum di Chiaravalle arriva dopo le iniziative già svolte sul territorio (il 2 maggio ad Isca sullo Ionio, il 4 a
Girifalco, il 7 a Soverato ed il 10 a Cortale) che hanno registrato una nutrita ed altrettanto interessata
partecipazione degli operatori locali, sia pubblici che privati, e soprattutto di molti giovani che riscoprono il
ritorno alla terra come una seria opportunità di lavoro e di crescita.
La presentazione della strategia del Piano è stata affidata al direttore del Gal, Gregorio Muzzì, che ha
ripercorso le tappe che hanno portato a questo importante risultato per il territorio frutto di una
partecipazione attiva di tutto il partenariato nella fase di programmazione del PAL. Per fare delle cose
buone nella fase di attuazione del PAL il direttore ha invitato tutti ad essere dei “missionari dello sviluppo”
ovvero di diffondere e favorire la partecipazione alle iniziative promosse dal GAL.
Ampia e qualificata la presenza di amministratori locali dell’area delle preserre, della organizzazioni di
categoria (coldiretti, confragricoltura, fai-cisl) del mondo imprenditoriale e dell’associazionismo.

Condividi su Whatsapp
1 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA