Attualità Catanzaro Notizie Politica Primo Piano TICKERS

Strutture della Regione, partiti e politica in Calabria: riflettere sul sistema!

Scritto da:

Occorre avviare un ragionamento politico serio, qualificato e qualificante, sul rapporto esistente in Calabria fra le cosiddette strutture della Regione, i partiti e la politica. Le strutture della Regione sono state previste, con potenziale collegato all’importanza del ruolo, a supporto dell’attività dei presidenti (Giunta e Consiglio), dei membri dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio, degli assessori, dei presidenti di Commissione consiliare, dei singoli consiglieri regionali. Specifiche strutture sono al servizio anche dei direttori generali e di altri importanti uffici. In questo contesto sono da valutare pure le disponibilità finanziarie dei diversi Gruppi regionali che possono essere impiegate anche per dei contratti di collaborazione. Le strutture, a seconda dei casi, possono impiegare personale esterno, che viene assunto ad hoc a tempo determinato con contratto pubblico, o personale interno alla Regione o comunque alla Pubblica amministrazione previo apposito comando. Le remunerazioni degli esterni, a seconda che si abbia un incarico al 100% o al 50% (per cui una postazione viene sdoppiata in due) variano da circa 2.500 euro netti a circa 1.200. Per alcuni specifici incarichi (portavoce, capi di Gabinetto, vice capi di Gabinetto, ecc…) i compensi netti sono più alti del massimo qui preso in considerazione. Il personale interno nel caso faccia parte di una struttura riceve un’indennità che in genere è di poco inferiore ai mille euro.

A questo punto occorre contestualizzare questo argomento nella realtà economico-sociale della Calabria, caratterizzata dal fenomeno drammatico della disoccupazione, soprattutto giovanile e femminile. Né in una terra qual è la Calabria, in cui tutti gli indicatori macroeconomici hanno il pollice verso, a partire dal reddito pro capite, si può tralasciare un aspetto: per molti nuclei familiari anche i 1.000 euro al mese in più, magari per un periodo di cinque anni, hanno un impatto decisivo sul bilancio interno e sulle condizioni di vita. In una terra di grande disoccupazione e sottoccupazione è ovvio che i posti esterni delle strutture facciano gola a tanti: si può passare da zero euro al mese a circa o oltre 2.000, godendo anche dei piccoli ma legittimi privilegi associati allo stare accanto a rappresentanti istituzionali di rango (missioni a Roma o in altri luoghi, ad esempio). Tutto legittimo, per carità, se fatto nel rispetto delle norme vigenti, ma l’aspetto sociale va considerato in una Calabria in cui la ricerca di un posto di lavoro è il problema dei problemi.

Ora soffermiamoci sul rapporto più congeniale che dovrebbe esistere, non solo in Calabria, tra eletti, e quindi rappresentanti nelle istituzioni, partiti e politica. I partiti hanno il compito costituzionale di tradurre e organizzare le istanze provenienti dalla società, nonché di selezionare i candidati nelle proprie liste e poi di effettuare un’azione di stimolo e di controllo politico sugli eletti. Sono i partiti la cinghia di trasmissione fra società e palazzi, fra elettori ed eletti, fra esigenze del territorio e dimensione istituzionale. Solo in quest’ottica la politica può assumere la cosiddetta “P” maiuscola, quando cioè i partiti non diventano solo comitati elettorali, cioè piegati agli interessi potenzialmente autoreferenziali degli eletti, oppure organizzazioni un po’ chiuse in se stesse impegnate prioritariamente a tutelare gli interessi e la sopravvivenza di grandi o piccole caste. I partiti devono essere e restare liberi da ogni possibile condizionamento di interessi di singoli, anche se l’interesse fosse solo quello di riuscire ad essere confermati in strutture, di anno in anno, di legislatura in legislatura. Né è da trascurare il fenomeno in base al quale talora nelle strutture possono anche essere assorbiti soggetti impegnati in enti locali, siano essi sindaci, o assessori e consiglieri di piccoli o più grandi comuni. Siamo ancora nei limiti della legittimità e della legalità, ma resta il tema dell’opportunità politica se questo mondo che stiamo tentando di spiegare diventa sistema. Se diventa sistema, nessuno può negare che lo stesso abbia un forte impatto sul modo di fare politica e sulla natura dell’agire politico in relazione quindi al funzionamento dei partiti.

Ricapitoliamo: ruolo dei partiti, della politica e degli eletti, soprattutto in riferimento alla Regione, in un contesto economico-sociale carico di emergenze e in cui anche i mille euro al mese possono cambiare la vita di una persona o di una famiglia. I partiti, sia di sinistra sia di destra, dovrebbero evitare in ogni modo il rischio di costruire un sistema potenzialmente o oggettivamente autoreferenziale, in grado di incidere sia sulla sfera politica, sia sui momenti elettorali. Il tema è attualissimo e non deve sfuggire a una riflessione accurata dei partiti che potrebbero, e a nostro avviso dovrebbero, prevedere un’incompatibilità assoluta fra incarichi in strutture e incarichi nei partiti, a maggior ragione in una regione, qual è la Calabria, in cui l’emergenza principale è quella della mancanza di lavoro. I partiti devono riacquistare totalmente il ruolo di stimolo e di sentinella dell’attività politica che viene svolta dagli eletti nelle istituzioni e dalle istituzioni in sé.

Agevoleremo questa discussione proponendo ai nostri lettori uno screening molto dettagliato delle strutture della Regione (Consiglio e Giunta) cercando di capire se esistano o meno casi di soggetti impegnati sia nelle strutture sia negli organismi di partito. Non si dimentichi, infine, che se si è messi in grado di fare politica nei partiti partendo da una condizione di oggettivo vantaggio in quanto operanti in strutture regionali, di fatto si indebolisce il ruolo e il potenziale dei semplici cittadini che vogliano partecipare alla vita dei partiti sacrificando anche tempo al proprio lavoro.

I partiti devono essere liberi di valutare, sostenere, ammonire e decidere! La nostra accurata inchiesta aiuterà a capire.

Condividi su
6 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com