Attualità Italia Notizie TICKERS Ultima Ora Coronavirus

Super Green pass anche in Italia in zona bianca con durata di 9 mesi: misure in vigore forse dal 6 dicembre

L'ultima parola spetterà al Consiglio dei ministri previsto per le 15.30 Scritto da: REDAZIONE

Il Super green pass verrà adottato in Italia anche in zona bianca e avrà una durata di 9 mesi. E’ la linea scelta oggi dal Governo con le nuove regole in particolare per i non vaccinati, con l’obiettivo di contrastare la quarta ondata di contagi covid. Per le attività ricreative – riporta l’Adnkronos – servirà il vaccino, per recarsi al lavoro sarà sufficiente il tampone. Il super green pass verrà richiesto anche dagli alberghi: ai turisti che soggiornano verrà dunque chiesto di mostrare il passaporto vaccinale, misura che finora non era prevista. Le nuove misure potrebbero entrare in vigore dal prossimo 6 dicembre. L’uso del condizionale è d’obbligo perché la decisione non è stata ancora presa, ma l’orientamento prevalente è di farle partire da quella data, anche se l’ultima parola spetterà al Consiglio dei ministri previsto per le 15.30. Anche sui trasporti, con l’eventuale uso del green pass per salire a bordo di regionali e interregionali, la decisione verrà assunta in Cdm.

A quanto apprende l’Adnkronos da fonti presenti alla cabina di regia, nel corso della riunione sarebbe prevalsa la decisione di una stretta sui no vax già in zona bianca, ‘aprendo’ le attività ricreative solo a coloro in possesso del cosiddetto super Green pass, ovvero per chi è vaccinato o guarito. La stretta dunque non dovrebbe arrivare solo dove salgono i contagi e le situazioni negli ospedali sono più critiche – ovvero dalla zona gialla a salire – ma dappertutto e senza distinzioni di sorta.

La stretta sui no vax verrà applicata sull’intero territorio italiano, senza distinzioni per aree di colore. Va dunque in pensione il sistema di zone suddivise per colore – varato dal secondo governo Conte – in base all’incidenza del virus e le situazioni negli ospedali. Il vaccino sarà necessario per accedere alle attività ricreative. Col solo tampone si potrà andare a lavoro. Lockdown circoscritti – in situazioni particolarmente critiche – potranno inoltre essere decisi localmente dai singoli amministratori, riferiscono fonti presenti all’incontro.

L’obbligo vaccinale verrà previsto anche per le forze dell’ordine -l’intero comparto della sicurezza- e il personale scolastico. L’obbligo -finora previsto per il personale sanitario e delle Rsa- verrà dunque esteso a queste altre due categorie.

Condividi su Whatsapp
4 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA