Attualità Catanzaro Economia Notizie Sanità TICKERS Video

Sviluppo della Calabria: la Cgil presenta un documento destinato alle istituzioni e alla politica (VIDEO)

Il servizio andato in onda nell'edizione odierna di Info Studio, il tg di Video Calabria

Un documento di una quarantina di pagine, un piano per lo sviluppo a cui c’è stato tutto il tempo di lavorare a causa del confinamento a cui il Covid ha costretto anche i sindacati. Tempo impiegato utilmente, dalla Cgil calabrese, che ha studiato la nuova situazione determinatasi nella nostra regione per mettere a punto un’idea nuova di sviluppo, che per giunta proprio oggi viene presentata anche alla giunta regionale.

La sintesi è articolata in undici punti, che il segretario generale, Angelo Sposato, e Caterina Vaiti e Luigi Veraldi, della segreteria regionale, hanno esposto ai giornalisti: i destinatari sono però i rappresentanti delle istituzioni, i parlamentari ed i consiglieri regionali, interfaccia naturali di questo periodo in cui l’epidemia sembra aver dato una tregua e che può dunque essere sfruttato per andare oltre l’emergenza e per proiettarsi verso il tanto temuto autunno, che potrebbe essere una stagione rischiosa sia dal punto di vista sanitario, sia per la preoccupazione che la maggior parte degli osservatori esprime per la tenuta sociale.

Del resto, la Calabria stava con enorme fatica ed a malapena uscendo dalla crisi della fine del passato decennio, e la pandemia non ha fatto altro che appesantire una situazione già precaria. Per Sposato non ci sono dubbi: questo è davvero l’ultimo treno, modo di dire abusato ma mai così vero. Tra fondi per la coesione e quelli per affrontare l’emergenza, il nostro Paese e la Calabria hanno l’occasione per risollevarsi. Se la sprecheranno, però, nessuno riuscirà a salvarsi.

Salvaguardia del territorio, scuola, welfare, lavoro, piano di investimenti pubblici, infrastrutture materiali ed immateriali, turismo, cultura, porto di Gioia Tauro: c’è di tutto nel documento del sindacato, ma tra le priorità assolute Sposato indica anche una riforma globale della vita amministrativa, una cura dimagrante non più rinviabile per una regione che patisce anche le sue troppe contraddizioni.

6 Condivisioni
Condividi su Whatsapp