Attualità Crotone Notizie Primo Piano Sanità TICKERS

Tagli alla sanità e migrazione: i parlamentari Garavaglia e Romeo in visita al Marrelli Hospital

«Mi stupisco perchè noi milanesi non sappiamo che ci sono eccellenze così in Calabria. Andrebbe fatto sapere di più agli stessi calabresi». Sono le parole del deputato e già viceministro all’Economia del governo Conte I Massimo Garavaglia che, nel pomeriggio di ieri, insieme al capogruppo del Carroccio in Senato Massimiliano Romeo, hanno visitato ieri pomeriggio il Marrelli Hospital di Crotone. Accompagnati dalla presidente Antonella Stasi, da una delegazione del gruppo imprenditoriale e dello staff, i due parlamentari hanno fatto un piccolo tour all’interno della clinica oncologica voluta e fondata da Massimo Marrelli proprio nel capoluogo pitagorico. Un giro nella struttura d’eccellenza voluto per far vedere effettivamente che in Calabria si riesce a far sanità di qualità, nonostante i tagli al budget, le difficoltà a poter curare i pazienti che si rivolgono all’Hospital, e all’emigrazione sanitaria, come sottolineato dalla Stasi ai due parlamentari.

Garavaglia, presente insieme a Romeo a Crotone in occasione della visita del leader della Lega Matteo Salvini, proprio nel suo intervento all’incontro con i sostenitori in vista delle Regionali, aveva sollevato dal palco il problema dei tagli alla sanità: «dal 2013 al 2017 – ha dichiarato alle telecamere di Video Calabria – c’è stato un crollo del fondo sanitario, mezzo punto di Pil che, tradotto, sono 8 miliardi in meno all’anno. Sono tantissimi soldi. Per la regione Calabria sarebbero dai 120 ai 150 milioni in più ogni anno. E’ stata una scelta fatta dai governo dal ’13 al ’17, poi si è stabilizzato: quindi, investire di più in sanità è una cosa fondamentale, mentre poi a livello locale c’è la necessità di agire sulla mobilità, perchè l’unico problema che ha veramente la Calabria è la mobilità. Non ha senso che ogni anno 320 milioni vengano spesi fuori dalla Calabria».

La presidente Stasi ha rappresentato qual è il problema del Marrelli Hospital: il budget. Con la somma a disposizione della clinica privata, convenzionata solo per alcuni reparti con il Sistema sanitario regionale, si riesce a soddisfare la richiesta dei pazienti da dicembre – mese in cui vengono stabilite le somme del budget – fino a settembre. La risposta dell’onorevole Garavaglia è semplice: «che senso ha investire 320 milioni di euro fuori regione, quando si potrebbe investire una parte per tenere i pazienti qui? Basterebbe gestire il budget in questo senso».

Giuseppe Laratta

17 Condivisioni