Catanzaro Cultura Musica Notizie Video

Teatro, la “Madama Butterfly” di Puccini chiude la stagione del Politeama (VIDEO)

Per una sera, Catanzaro è stato il centro di gravità dei melomani di tutta la Calabria, che si sono dati appuntamento al teatro Politeama per la rappresentazione della “Madama Butterfly” di Puccini, che ha chiuso in maniera straordinaria la stagione 2018-2019. Un cast di primissimo livello ha calcato il palco catanzarese per l’ultimo, attesissimo atto del cartellone, con Amarilli Nizza, soprano milanese che è una vera star internazionale, nei panni dell’immortale geisha Cho-Cho-San che ha interpretato innumerevoli volte e coi quali aveva esordito, appena ventiduenne, nel 1993, ed il tenore Fabio Armiliato in quelli dell’ufficiale della marina statunitense Pinkerton. Da oltre un secolo, esattamente 115 anni, il pathos e le fortissime emozioni dell’opera pucciniana sono identiche perché non c’è chi non abbia sofferto di fronte ad una speranza svanita e perché è impossibile resistere alla commozione di fronte ad un sacrificio estremo come quello della tragedia di Cho-Cho-San, che si toglie la vita preferendo lasciare il mondo in silenzio sapendo di dover rinunciare al figlio avuto dall’uomo che ama, che l’ha tradita e si è risposato. La regia dei tre atti è stata affidata a Mauro Avogadro, mentre il coro lirico siciliano ha invaso la scena in maniera dirompente. Ma nella rappresentazione c’è anche stata molta Calabria: da Alessandro Carioti, giovane studente di lirica catanzarese, al tenore Davide Minoliti, che ha interpretato il principe Yamadori, pretendente di Cho-Cho-San, dal mezzosoprano Giorgia Teodoro, che ha incarnato Kate, la moglie di Pinkerton, al basso Vincenzo Chilelli, mentre l’Orchestra Filarmonica di Calabria, diretta da Filippo Arlia, ha scandito la pausa fra il secondo ed il terzo atto. Dopo questo straordinario finale di una stagione nel segno della grande lirica, dal “Don Giovanni” con cui si è aperto il cartellone fino a sabato scorso, ora arriva una breve pausa prima di iniziare il lavoro di preparazione della stagione teatrale ventura. Nella quale si continuerà a perseguire il sogno di realizzare in Calabria un polo delle arti, opportunità di alta formazione che proviene anche dal Ministero e che fa seguito all’avvio dei corsi pre-accademici di Conservatorio musicale in ambito teatrale.

4 Condivisioni