Cosenza Cronaca Economia Notizie Primo Piano Sanità TICKERS Video

Timbrava il cartellino all’Asp e si allontanava dal luogo di lavoro: arrestato il sindaco di Scalea (VIDEO)

Oltre 650 ore di assenteismo dal posto di lavoro come dipendente dell’Asp di Cosenza. È quanto viene contestato a Gennaro Licursi, il sindaco di Scalea arrestato dalla Guardia di Finanza nell’operazione denominata “Ghost work”, condotta su richiesta della Procura della Repubblica di Paola.

Il primo cittadino sindaco, che è stato posto agli arresti domiciliari, è accusato di essersi allontanato dal lavoro che svolge presso l’azienda sanitaria dopo aver timbrato il cartellino d’ingresso. Per altri tre dipendenti dell’Asp è stata invece decisa la sospensione dal lavoro. Si tratta di Angela Riccetti (direttore del distretto sanitario del Tirreno), di Paolo Filice e di Valentino Cupelli.

Le indagini sono andate avanti per alcuni mesi, ed hanno rivelato – scrivono gli inquirenti – come il sindaco, con la complicità dei suoi tre colleghi, si assentasse senza alcuna giustificazione dal luogo di lavoro. Una volta timbrato il cartellino, avrebbe lasciato l’ufficio per dedicarsi ad attività di natura personale, talvolta spacciandole per “missioni” professionali.

Proprio in questo senso i colleghi, dipendenti presso le sedi Asp di Cosenza, Amantea e Scalea, avrebbero certificato che la missione si era svolta regolarmente, nonostante il sindaco non si fosse nemmeno mai recato presso le rispettive sedi.

Le irregolarità contestate sono state accertate attraverso l’installazione di telecamere all’interno degli uffici del Distretto Sanitario del Tirreno di Scalea, ma anche attraverso l’analisi dei tabulati telefonici, il monitoraggio con sistema Gps, e un’attività di pedinamento. Tutti dati incrociati con quelli delle presenze giornaliere risultanti invece dalla macchina marcatempo dell’Asp.

L’accusa, dunque, è di “truffa aggravata ai danni dello Stato e di falsa attestazione della presenza in servizio”. Contestualmente, la Guardia di finanza ha eseguito un decreto di sequestro preventivo per equivalente.

43 Condivisioni