Attualità Crotone Notizie Politica

Tornado a Crotone, alcune reazioni dal mondo politico nazionale e cittadino

Scritto da:

«In queste ore si stanno susseguendo notizie incresciose che riguardano il mancato riconoscimento dello stato di calamità da parte della Protezione civile e non del Mise o del Governo come leggo da più parti. In seguito alla notizia, ho contattato la protezione civile e ho immediatamente riferito a Barbara Lezzi con cui siamo state sempre a contatto attendendo gli esiti dell’istruttoria, esiti fondamentali perché il Cdm varasse la sospensione delle scadenze fiscali». Lo ha dichiarato in un post su Facebook la deputata crotonese del Movimento 5 Stelle Elisabetta Barbuto che prosegue: «Tralascio i particolari del colloquio,in questo momento, però, non voglio parlarne ancora. Ci sarà tempo dopo. Ora quello che mi preme è che questa situazione si risolva al più presto ed è per questo che attendo notizie oggi in giornata dal Ministro per il Sud».

In merito a questa situazione è intervenuta anche la deputata di Fratelli d’Italia Wanda Ferro: “è da apprezzare il valore dei gesti simbolici, come la convocazione di un Consiglio dei ministri in Calabria, quando a questi fanno seguito i fatti concreti. Purtroppo il governo Conte sulla Calabria sembra limitarsi ad annunci ad effetto ed inconcludenti passerelle, per poi essere assolutamente inconcludente rispetto ai problemi reali del territorio, come dimostra l’assurda decisione di non dare sostegno economico alle aziende crotonesi danneggiate dai tornado dello scorso mese di novembre» «Condivido la richiesta di Confindustria Crotone di sostenere gli sforzi delle imprese attraverso una sospensione temporanea degli adempimenti fiscali e contributivi, e sulla vicenda – conclude Wanda Ferro – rivolgerò una interrogazione al presidente del Consiglio Conte e al vice presidente Di Maio, auspicando che la riunione del Consiglio dei ministri in Calabria non si risolva in una sterile scampagnata».

«25/11/2018 un tremendo tornado colpisce la città di Crotone, distruggendo letteralmente le aziende locali radicate nel territorio, imprenditori che permettono a padri di famiglia di portare il pane a casa. Mi chiedo come sia possibile chiudere gli occhi davanti un simile disastro ? Mi domando cosa abbia fatto questo territorio per essere cosi’ odiato? Perche’ se di odio non si tratta definitelo voi questo strano sentimento d’amore che provano per noi». E’ quanto ha scritto con un post su Facebook il consigliere comunale di maggioranza al Comune pitagorico Pisano Pagliaroli che continua: «durante quello spiacevole avvenimento ho visto una passerella politica di ogni colore, uniti da una sola bandiera quella dell’ipocrisia. Oggi viene dato un duro colpo agli imprenditori crotonesi che in una terra difficile come la nostra provano a portare avanti dei progetti e sogni, ma vengono stroncati non solo dalle difficoltà economiche del momento, non solo dalle catastrofi ambientali, ma anche dalla politica che si dimentica dei cittadini nei momenti di difficoltà. A questo punto non voglio fare politica dicendo cos’è cambiato, o che fine abbia fatto la decantata sensibilità per questa città, ma una piccola riflessione va fatta. Per questo chiedo un consiglio comunale straordinario a difesa del nostro territorio».

Condividi su
31 Condivisioni

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com