mercoledì, 24 luglio 2024

Tragedia sulla ss 106, “Basta vittime”: «Non è la prima, nè l’ultima. Bisogna intervenire»

Così Fabio Pugliese dell'organizzazione di volontariato sull'incidente mortale avvenuto ieri pomeriggio a Montauro

immagine articolo Tragedia sulla ss 106, “Basta vittime”: «Non è la prima, nè l’ultima. Bisogna intervenire»

«È necessario un piano urgente e massiccio di investimenti per l’ordinaria e la straordinaria manutenzione e la messa in sicurezza urgente dei punti più pericolosi sul tracciato esistente della Statale 106 in Calabria. Quello di oggi (ieri per chi legge n.d.r.) non è il primo tragico incidente stradale sulla Statale 106 e, purtroppo, non sarà l’ultimo se non si deciderà di intervenire con urgenza sull’attuale tracciato e se non verrà previsto al più presto l’ammodernamento a 4 corsie con spartitraffico centrale dell’intera Statale 106 da Sibari fino a Reggio Calabria». Lo dichiara in un comunicato Fabio Pugliese, direttore operativo dell’organizzazione di volontariato “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”, in merito al tragico incidente di ieri pomeriggio a Montauro, nel quale hanno perso la vita quattro giovani. Si tratta di Antonella Romeo (18 anni), Elisa Pelle (24 anni), Teresa Giorgi (34 anni) e Domenico Romeo (27 anni), tutti di San Luca; sono le prime quattro vittime del 2024 sulla Statale 106, 228 le vittime dall’1 gennaio 2013 al 31 dicembre 2023.

«L’ennesima tragedia stradale avvenuta sulla Statale 106 apre una riflessione su quali sono le vere priorità infrastrutturali per la Calabria – prosegue Pugliese – nessuno vuole esprimere contrarietà sulla realizzazione del Ponte sullo Stretto che merita di essere realizzato. Tuttavia, è innegabile che l’urgenza assoluta sia rappresentata dall’ammodernamento a 4 corsie con spartitraffico centrale della famigerata e tristemente nota “strada della morte” in Calabria. Sfuggire da questa realtà e non capire questo fatto ovvio significa inevitabilmente assumersi la responsabilità di essere moralmente complici di tante tragedie che purtroppo verranno. Sulla Statale 106 inizia l’anno nel peggiore dei modi…»

NOTIZIE COLLEGATE