Province

Un trattamento “di favore” per l’imprenditore arrestato per i lavori sulla Salerno-Reggio

Avrebbero riservato un trattamento carcerario “di favore” ad un imprenditore arrestato nell’aprile 2017, dalla Guardia di Finanza di Vibo Valentia, nell’ambito di indagini sulla realizzazione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Per corruzione, turbativa d’asta, falso e truffa sei persone sono state arrestate (e poste ai domiciliari) nel bergamasco. Si tratta di appartenenti all’Amministrazione penitenziaria di Bergamo (tra i quali l’ex direttore del carcere) e di alcuni imprenditori della provincia bergamasca.

Gli arresti nascono da un’inchiesta coordinata dai pm Maria Cristina Rota ed Emanuele Marchisio, condotta dai carabinieri della Compagnia di Clusone con la collaborazione di personale della Sezione di Polizia Giudiziaria della Guardia di Finanza di Bergamo ed era nata per far luce sul trattamento carcerario “di favore” garantito a un imprenditore arrestato, nell’aprile 2017, dalla Guardia di Finanza di Vibo Valentia, nell’ambito di indagini sulla realizzazione dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria. L’uomo, detenuto a Bergamo, aveva usufruito di un lungo ricovero all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, grazie a certificazioni mediche che attestavano un grave shock emotivo che invece non aveva subito

Condividi su
3 Condivisioni
Tag

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com