Infostudio Local Libri Musica Notizie Speciali Video

Un viaggio alla scoperta di sé, tra musica e filosofia: il romanzo d’esordio del maestro Antonio Puccio

Intervista con l'affermato direttore d'orchestra: il suo primo libro “L'incantesimo del gesto e l’alchimia del respiro” ha vinto il Premio letterario internazionale Nabokov 2020 Scritto da: REDAZIONE

La complicata relazione tra significato e significante; l’eterna riflessione filosofica sulla musica; l’approfondimento di quel che c’è oltre le note; il superamento del tecnicismo che riesce a dare alla musica un’anima. Nel romanzo d’esordio del direttore d’orchestra Antonio Puccio “L’incantesimo del gesto e l’alchimia del respiro” c’è tanto della sua vita e del suo pensiero: gli studi musicali che s’intrecciano con quelli filosofici, le esperienze alla guida delle orchestre più prestigiose del mondo, le riflessioni stimolate dal confronto con realtà profondamente diverse, la ricerca continua stimolata dalla forte determinazione a non smettere mai di crescere.

Tutti concetti che fino al primo lockdown il maestro Puccio aveva espresso attraverso la musica, per trasfonderli poi nelle pagine di un libro quando il Covid ha di fatto bloccato il mondo. Riuscendo a trarre da un momento di grave difficoltà, un lavoro capace di raccogliere ampio consenso, fino a vincere il Premio letterario internazionale Nabokov 2020. 

Condividi su Whatsapp
113 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA