mercoledì, 24 luglio 2024

VIDEO | Accertamento del debito sanitario, Occhiuto: «La Calabria lo aspettava da 12 anni»

“C’è un pregiudizio nei confronti di questa regione, il pregiudizio che questa regione e soprattutto la sua sanità siano ingovernabili, che non si possano fare le cose per bene. Noi stiamo cercando di sradicare questo pregiudizio, che è stato alimentato secondo me anche dall’interesse di molte parti del Paese che hanno guadagnato sull’inefficienza del sistema sanitario calabrese, sul gap tra la nostra sanità e gli altri sistemi regionali”. L’attività è stata svolta con l’apertura di un portale a cui sono stati iscritti i fornitori, l’invio di 14 mila pec ottenendo circa 1.300 risposte, rappresentative comunque del grosso delle società interessate. “Saremo più contenti – ha aggiunto Occhiuto – quando potremo utilizzare le risorse per poter riaccendere i motori e fare funzionare la sanità calabrese. Oggi, però, siamo felici perché è stato fatto un passo importante che si concluderà chiaramente con l’approvazione dei consuntivi ad aprile, maggio da parte delle aziende”. In materia di possibile azzeramento del debito, Occhiuto ha detto: non escludo nulla”.

LEGGI ANCHE: Sanità: ammonta ad oltre 1 miliardo e 220 milioni il debito calabrese nei confronti dei creditori