Attualità Cosenza Europa - Mondo Notizie Primo Piano Sanità TICKERS

VIDEO | «Aprite l’ospedale di Cariati subito!»: Roger Waters si schiera per la riapertura del “Cosentino”

Pochi secondi di immagini in cui il fondatore dei Pink Floyd sposa la protesta in atto da un anno di un gruppo di cittadini Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

«Aprite l’ospedale di Cariati subito!» No, non è un fake: Roger Waters – rockstar e fondatore dei Pink Floyd – si schiera per la riapertura del “Vittorio Cosentino”. Il video – pubblicato dalla pagina Facebook Le Lampare Bassojoniocosentino, gruppo di cittadini che da oltre un anno protesta per la riapertura del nosocomio – fa parte di un’intervista nel docufilm di Federico Greco e Mirko Melchiorre per Studio Zabalik, con la collaborazione di Emergency.

E’ una realtà che potrebbe servire – come ha fatto in passato – 70mila pazienti, in un raggio che va dall’Alto Crotonese fino a Mirto Crosia, includendo i paesi dell’entroterra: parliamo dell’ex ospedale di Cariati, entrato in funzione nel 1978 e chiuso con il piano di rientro undici anni fa. Una struttura con 120 posti letto e, una volta attivi, i reparti di Medicina, Chirurgia, Ostetricia, Pediatria, Dialisi e Cardiologia: allo stato attuale conta 10 posti letto rsa, 8 per Dialisi, 1 per il declassato punto di primo soccorso; in funzione – anche se di fatto chiuso per mancanza medici – il reparto di Radiologia. Sono presenti due sale operatorie per Chirurgia, una per Ginecologia, e due sale parto – ristrutturate nel 2009 e chiuse nel 2010. Il personale in servizio conta di 8 medici, 3 in rsa, 2 Cardiologia, 3 in Dialisi, e 8 per il pronto soccorso e 118. Vi è anche un’ala nuova del nosocomio, realizzata tra la fine degli anni ’90 e gli inizi del 2000, mai entrata in funzione: al momento vi sono presenti degli uffici, però potrebbe ospitare altri 40 posti letto, con camere doppie e servizi in stanza, per la riabilitazione.

Da un anno esatto è in atto una protesta dei cittadini (GUARDA IL VIDEO), coordinati dal movimento Le Lampare – che hanno occupato simbolicamente un’ala dell’ospedale – per chiedere la riapertura del “Vittorio Cosentino”. La richiesta è che il nosocomio possa essere re-inserito nella rete ospedaliera pubblica, anche perchè c’è da considerare che – a quanto appreso – il “Vittorio Cosentino” rappresenta anche l’unico pronto soccorso tra Crotone e Policoro: al momento, il punto di riferimento è l’ospedale di Rossano o Cosenza, con le dovute distanze e le relative tempistiche che ci vogliono per arrivarci.

Condividi su
  •  
35 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA