Attualità Cultura Infostudio Local Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | Autismo, si apre il confronto a Crotone: dubbi sull’utilità del Ministero per le Disabilità

Primo tavolo di proposta per creare una rete tra istituzioni ed associazioni finalizzato ad un progetto socio-assistenziale

Creare una rete tra istituzioni ed associazioni sul tema dell’autismo, volta al confronto e alla proposta. Da questo concetto è partito il tavolo tra Comune di Crotone, realtà associative cittadine ed Azienda Sanitaria Provinciale, che hanno fatto il primo incontro di un percorso che ha la finalità di arrivare successivamente alla presentazione alla Regione Calabria di un progetto socio – assistenziale di ampio respiro, che possa prevedere una serie di interventi efficaci in materia di sostegno, assistenza e tutela dei soggetti affetti da autismo. Tanti gli spunti e le proposte portate al tavolo dalle associazioni a quanto hanno riferito ai nostri microfoni da Daniela Iaconianni dello Studio Psicoeducativo e Riabilitativo, e da Manuelita Scigliano della Caritas Diocesana.

Presenti al tavolo – oltre alle varie realtà associative – l’assessore alla Tutela della Salute Carla Cortese, il commissario dell’Asp di Crotone Domenico Sperlì, il dottore Salvatore Bagalà primario del reparto di neuropsichiatria infantile dell’ospedale S. Giovanni di Dio, l’assessore alle Politiche Sociali Filly Pollinzi, la presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Crotone Carmen Giancotti, nonché il sindaco Vincenzo Voce. Il percorso intrapreso, come ha detto dichiarato l’assessore Cortese, «non può che delinearsi su due livelli: il primo quello dell’assistenza, e l’altro quello dell’integrazione sociale delle persone autistiche con particolare riguardo e supporto alle famiglie».

A livello nazionale, il Governo guidato da Mario Draghi ha inserito nell’esecutivo il Ministero per le Disabilità affidato alla senatrice della Lega Erika Stefani. Questa scelta di dedicare alla tematica un apposito dicastero ha spaccato l’opinione pubblica: qualche giorno fa lo scrittore ed attivista – nonché Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana e consigliere regionale in Toscana del Pd – Iacopo Melio ha scritto una lettera a “Repubblica” nella quale ha criticato questa scelta governativa. Melio, classe 1992, è nato con la sindrome di Escobar, ma si è sempre battuto per i diritti umani e civili. «Ministro della Disabilità – scrive – figura ad hoc, “per noi”, per ribadire l’esistenza di una categoria a parte, e dunque l’esigenza di provvedimenti “speciali” per persone speciali». In occasione dell’incontro al Comune di Crotone abbiamo chiesto cosa ne pensassero del Ministero per le Disabilità.

Giuseppe Laratta

interviste:
Manuelita Scigliano – Caritas Diocesana Crotone
Daniela Iaconianni – Studio Psicoeducativo e Riabilitativo
Carla Cortese – assessore comunale alla Tutela della Salute

Condividi su Whatsapp
118 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA