24 Italia Notizie Primo Piano Sanità TICKERS Ultima Ora Coronavirus Video

VIDEO | Coronavirus, nuovo Dpcm da parte del Governo: «Dobbiamo scongiurare nuovo lockdown»

Conferenza stampa questa sera del premier Giuseppe Conte

Il Governo ha approvato nuovo Dpcm per affrontare la nuova ondata di contagi che sta interessando l’Italia e l’Europa. «Non possiamo perdere tempo – ha dichiarato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in conferenza stampa pochi minuti fa – dobbiamo scongiurare un nuovo lockdown, il Paese non può permetterselo».

Queste le nuove misure: i sindaci potranno, dopo le ore 21, chiusura vie e piazze dove si crea assembramento, possono passare le persone che abitano nelle zone interessate, ma anche chi si dovrà recare negli esercizi aperti nelle suddette zone. Per quanto riguarda la ristorazione (pub, ristoranti, e locali) è consentito dalle ore 5 alle 24 consumare ai tavoli, altrimenti – per gli esercizi che ne sono sprovvisti – è permessa la somministrazione fino alle ore 18. Nessun vincolo per le consegne a domicilio, l’asporto sarà consentito fino alle ore 24. Nei ristoranti e simili è previsto un massimo di 6 persone al tavolo: tutti i ristoratori devono affiggere il numero massimo di persone che il locale può ospitare rispettando sempre le ormai solite regole. Non ci saranno limitazioni negli orari orari nei servizi ristorazione negli aeroporti, negli ospedali e autogrill. Sale gioco e scommesse aperte fino alle 21.

Le scuole continuano la didattica in presenza: per le secondarie (licei, istituti tecnici e professionali) saranno favorite modalità flessibili con l’ingresso degli alunni dalle ore 9, se possibile effettuare turni pomeridiani.

Sarà vietato lo sport di contatto amatoriale, non saranno consentite le gare dilettantistiche, consentite le attività di sport professionistico. Vietate sagre, fiere locali, consentite manifestazioni fieristiche nazionali ed internazionali; sospesi congressi, convegni, salvo che siano a distanza. Le pubbliche amministrazioni dovranno effettuare riunioni a distanza.

Palestre: alcune – ha riferito Conte – hanno rispettato i protocolli, altre volte no. «Daremo una settimana per adeguare protocolli e verificare il rispetto. Se ciò arriverà non si chiuderanno, altrimenti settimane prossima sospenderemo le attività sportive nelle palestre e nelle piscine».

Il presidente del Consiglio ha ricordato l’uso delle mascherine all’aperto e al chiuso, di lavare le mani, e di non abbassare la guardia anche quando siamo con i famigliari.

14 Condivisioni
Condividi su Whatsapp