Attualità Economia Notizie Politica TICKERS Ultima Ora Coronavirus Video

VIDEO | Covid, contributi a fondo perduto per le imprese: la Regione lancia “Riapri Calabria 2”

Bonus una tantum da 1.500 euro per microimprese e professionisti

“Riapri Calabria II edizione” è il bonus una tantum da 1.500 euro a fondo perduto per microimprese e professionisti. Il bando della Regione Calabria ha una dotazione totale di 65 milioni di euro ed è stato oggi dal presidente facente funzioni della Giunta regionale, Nino Spirlì, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Fausto Orsomarso, nel corso di una conferenza stampa alla Cittadella.

SPIRLÌ: «BONUS DAL VALORE DOPPIO»

«Sono 65 milioni che hanno un valore doppio, perché saranno spesi in Calabria. Arriveranno nelle case dei calabresi e daranno l’opportunità di aiutare altre imprese del territorio», ha spiegato Spirlì. «Oggi è un’altra giornata – ha sottolineato il presidente ff – con il timbro dell’amministrazione Santelli, che ha avuto un rapporto diretto con la gente di Calabria. Sappiamo che 319 dei nostri comuni contano meno di 5mila abitanti, dove ci sono soprattutto piccole imprese. Se queste entrano in crisi, vi entrano anche le famiglie. I Calabresi sono stati tra i primi ad avere il sostegno da parte della Regione».

ORSOMARSO: «UNA CALABRIA CHE FUNZIONA»

«Siamo qui – ha esordito Orsomarso – per rivendicare il diritto di una Calabria che funziona e per trasferire una migliore informazione ai cittadini. Siamo orfani di una grande guida. Spirlì è riuscito a supplire le mancanze del Governo con le sue ordinanze. Lo ringrazio perché lavora senza sosta per questa terra». L’assessore ha spiegato ancora: «Oltre a presentare il bando “Riapri Calabria 2”, annunciamo che uscirà una manifestazione d’interesse anche per i tirocini. Abbiamo rimodulato le risorse nel modo più lecito e trasparente possibile. Ringrazio i dirigenti Nicolai, Cosentino e tutti coloro che non hanno lesinato forze».

LE DOMANDE

Poi Orsomarso è entrato nel merito: «Il nostro contributo a fondo perduto è parametrato nella giusta misura. Possiamo aggiungere risorse per mitigare il clickday e anche per chi aveva già ricevuto un contributo durante il primo lockdown. Nonostante un attacco hacker alla nostra piattaforma, avvenuto stamattina, non sarà seguito l’ordine cronologico. Si tratta di una platea potenziale di 43mila domande». Quanto alla tempistica, Orsomarso ha aggiunto: «Le domande saranno chiuse entro il 30 novembre e Fincalabra, entro il 3 dicembre, farà le valutazioni. Alcuni codici ateco, come nutrizionisti e biologi, saranno compresi per la prima volta. Nelle prossime ore saranno pagati hotel, agenzie di viaggio. Domani uscirà il bando per il noleggio con conducente e, probabilmente, anche la manifestazione di interesse per i tirocini».

Condividi su Whatsapp
3 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA