Attualità Crotone Europa - Mondo Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | Crotone al fianco del popolo ucraino: partita una raccolta di beni di prima necessità

L'idea è nata dal Pd insieme a DaMè. Intanto continuano ad arrivare e ad essere accolti i profughi dall'Ucraina: ecco le storie di chi scappa dall'inferno Scritto da: GIUSEPPE LARATTA

Nella giornata di domenica sono giunti a Crotone circa 60 profughi ucraini, per la maggior parte famiglie composte da donne e bambini, oltre ad un minore non accompagnato: le persone sono state accolte nella palestra della scuola “Montessori”, e poi trasferite, in parte, presso le strutture del SAI (Struttura Accoglienza e Integrazione) già individuate dal Ministero dell’Interno, ed in parte presso un centro di accoglienza straordinaria gestita dalla prefettura pitagorica. Intanto nel capoluogo crotonese – come in tutta la Calabria – si stanno susseguendo le raccolte di beni di prima necessità: sabato pomeriggio, il Pd ne ha organizzata una in collaborazione con DaMè, uno spazio di social housing dedicato alle donne dai 18 anni in su, anche con i loro bambini, «che hanno bisogno di un tempo per sé stesse», per rifiorire. Il progetto è nato tre anni fa, quando la Diocesi di Crotone diede in comodato d’uso la palazzina di tre piani nel quartiere marinaro, che è stata ristrutturata con il sostegno di Fondazione per il Sud, ed è partito a Natale 2020. La raccolta di beni di prima necessità è iniziata sabato, ma comunque prosegue e si inserisce in un più ampio progetto voluto dai dem nazionali.

Negli spazi di DaMè – oltre a giungere tanti pacchi di provviste e vestiti – sono intervenute alcune persone ucraine, arrivate a Crotone martedì scorso: grazie all’aiuto di una traduttrice, Nina, abbiamo chiesto loro di raccontare l’inferno da cui sono scappate. Sono 15 persone, di cui 9 bambini, arrivate dalla periferia di Ivano-Frankivs’k una settimana fa, un viaggio non facilissimo – ovviamente – affrontato con un pullmino: ad andarle a prendere una ragazza ucraina, Giulia – che da anni vive a Crotone – che ha deciso di partire con questo piccolo mezzo e di portare quante più persone nel capoluogo calabrese. Una ragazza coraggiosa, che ha messo a repentaglio la sua stessa vita e che, al terzo giorno dallo scoppio della guerra, ha preso questa decisione di partire e salvare quante più persone volessero scappare dai luoghi del conflitto. In queste ore sta continuando a fare da spola tra Crotone e l’Ucraina, e dovrebbe rientrare martedì con altrettante quindici persone.

Interviste:
Francesca Zimatore – DaMè
Luca Greco – DaMè
Annagiulia Caiazza – segretaria Partito Democratico Crotone

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com