Attualità Crotone Economia Europa - Mondo Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | Crotone, ricorso alla Corte di Strasburgo per i debiti con la PA: ci sono il Corap e l’aeroporto

Un gruppo di imprese aderenti a Confindustria Crotone si è rivolto alla Corte Europea per chiedere il pagamento dei crediti allo Stato Italiano

C’è una chance per le imprese che avanzano crediti dallo Stato, dalla pubblica amministrazione e dagli enti locali: la Corte di Strasburgo, che decide i ricorsi presentati da imprese e cittadini. E’ quanto emerso dalla conferenza stampa convocata da Confindustria Crotone alla presenza del presidente Mario Spanò, e dall’avvocato Francesco Verri. Secondo quanto appreso dall’incontro con i giornalisti, con il ricorso alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo si può chiedere di condannare lo Stato a pagare il credito avanzato, e lo stesso Stato verrebbe sistematicamente condannato a pagare il credito verso la Pubblica Amministrazione. Ovviamente il ricorso che si presenta deve avere determinati requisiti, considerato che la Corte accoglie solo il 20% ammissibili. Però, in Italia c’è un precedente che ha permesso ciò: la causa Arnaboldi contro la Padana Appalti. L’imprenditore Arnaboldi, per recuperare crediti, fece ricorso a Strasburgo contro lo Stato Italiano, vincendolo. Ed è per questo che da Crotone ce ne sono in preparazione, tra i vari, due che riguardano la società Sant’Anna s.p.a. – fallita nel 2015 che si occupava dallo scalo aeroportuale – e l’ex nucleo industriale Corap.

Giuseppe Laratta

Interviste:
Francesco Verri – avvocato
Mario Spanò – presidente Confindustria Crotone

20 Condivisioni
Condividi su Whatsapp