Cosenza Cronaca Economia e Lavoro Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | Gare truccate al Comune di Praia a Mare, 11 indagati: ai domiciliari il sindaco e un dirigente tecnico

I dettagli dell'operazione "Amici in Comune", condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dalla Procura della Repubblica di Paola

Gare d’appalto truccate al Comune di Praia a Mare: per questo motivo, questa mattina è scatta l’operazione “Amici in Comune” – condotta dalla Guardia di Finanza della tenenza di Scalea e coordinata dalla procura della Repubblica di Paola – che ha portato all’esecuzione di 11 misure cautelari. Nello specifico sono stati arrestati e posti ai domiciliari il sindaco di Praia a Mare Antonio Praticò e un dirigente dell’ufficio tecnico comunale; 9 le misure interdittive del divieto temporaneo a contrarre con la Pubblica Amministrazione per altrettanti imprenditori coinvolti, tra cui l’ex primo cittadino di Tortora Pasquale Lamboglia.

Sotto la lente degli investigatori ci sono nove gare di varia natura truccate nel periodo che va dal 2019 al febbraio 2021: la prima sul trasporto scolastico per un valore di 95mila euro, la seconda la concessione in uso dello stadio “Mario Tedesco” per 225mila euro, la terza e la quarta per i lavori di adeguamento sismico di due scuole per un valore complessivo di 135mila euro, la quinta la ristrutturazione dell’impianto sportivo da 96mila euro, la sesta la realizzazione di case popolari per 37mila euro, l’ottava l’affidamento di un immobile comunale in cui realizzare un bar-ristorante per 25mila euro, e la nona la bitumazione delle strade per un valore di 55mila euro.

I dettagli sono stati illustrati durante una conferenza stampa online alla presenza del procuratore della Repubblica di Paola, Pierpaolo Bruni, il comandante regionale della Guardia di Finanza Guido Mario Geremia, il comandante provinciale di Cosenza Danilo Anastasi, il comandante del gruppo di Paola Clemente Crisci, e il comandante della Tenenza di Scalea Francesca Esposito. A quanto appreso dagli inquirenti, i vincitori delle gare si sapevano prima che si tenessero: alle stesse partecipavano anche altri imprenditori, consci del fatto che fossero solo delle comparse. Nel caso dell’assunzione a tempo indeterminato di un operaio, il Comune – secondo gli inquirenti – prima del colloquio avrebbe fornito le domande al candidato che avrebbe dovuto imparare le risposte a memoria.

Condividi su
6 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com