Attualità Catanzaro Notizie Primo Piano Video Video del giorno

VIDEO | Inaugurata la nuova Procura della Repubblica di Catanzaro alla presenza del ministro Nordio

«Gratteri ha fatto un miracolo coniugando l'arte con l'efficienza e la modernità»: così il responsabile del dicastero della Giustizia sul procuratore capo

La Procura della Repubblica di Catanzaro ha una nuova sede. I nuovi locali, realizzati con il restauro del complesso dell’ex Ospedale Militare in un edificio del XV (15°) secolo che ospitava in origine il convento degli Osservanti, è stato inaugurato oggi dal ministro della Giustizia Carlo Nordio e dal procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, alla presenza di autorità civili, militari e religiose. “Gratteri – ha detto il ministro – ha fatto un miracolo coniugando l’arte con l’efficienza e la modernità. Arte e giustizia hanno in comune molte cose, la prima delle quali è l’armonia. La giustizia è o dovrebbe essere proporzione, armonia, come una struttura artistica. E qui abbiamo un esempio di come si sia coniugata la giustizia con l’arte con l’armonia con le proporzioni”.

Gratteri ha spiegato che la storia della nuova Procura “nasce il 16 maggio 2016, il giorno del mio insediamento” ed ha mostrato il video di quel giorno nel quale parla proprio dell’ospedale militare “chiuso da anni e che potrebbe essere utilizzato per fini giudiziari”. “Come vede – ha detto oggi il magistrato rivolto al ministro – non è stato facile arrivare a oggi. Il Sud è bellissimo ma scattano dei meccanismi strani: quando qualcuno prova a fare qualcosa spuntano sempre altri che la mettono in dubbio”. Quindi il ricordo dell’inizio del percorso – quando “il presidente della Corte d’Appello Domenico Introcaso mi dice ‘paghiamo 1,7 milioni di euro all’anno di fitto'” – e l’incontro con l’allora ministro alle Infrastrutture Delrio – presente oggi alla cerimonia – che, ricorda Gratteri, disse “‘non siamo riusciti a fare nulla in Calabria ma se c’è lei’ conoscendo la mia testa dura, ‘l’opera si farà'”.

“Oggi si restituisce alla comunità catanzarese e calabrese un bellissimo immobile dove lo Stato ha deciso di concentrare i suoi sforzi per contrastare la criminalità organizzata. Una bella pagina. Sono contento che ci sia il ministro Nordio, credo alla sua prima uscita da ministro della Giustizia, a testimoniare l’attenzione del Governo verso la Calabria”. Lo ha detto il presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto, a margine della cerimonia. “La ‘ndrangheta – ha aggiunto – fa schifo perché uccide il futuro dei calabresi, offre alla comunità nazionale un terribile spot che poi diventa un alibi per cui molte volte si dice che niente si può fare in Calabria perché c’è la ‘Ndrangheta. Ecco, vedere lo Stato qui riunito in questo bellissimo palazzo dimostra che lo Stato c’è, lo Stato è forte è una buona notizia per i cittadini calabresi è una buona notizia anche per chi amministra la Calabria perché sapere che c’è uno sforzo così importante da parte delle Procure, del Governo, per fronteggiare i poteri criminali dà maggiore sicurezza anche a chi governa. Quindi complimenti a chi ha voluto organizzare questa iniziativa ma soprattutto complimenti al procuratore Gratteri che ha dimostrato anche straordinarie capacità organizzative, perché in pochissimo tempo ha restituito alla città di Catanzaro e alla comunità calabrese questo bellissimo palazzo, scegliendo di farne la sede della Procura”.

Condividi su
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

DIRETTA VIDEOCALABRIA

Il meteo

Meteo Calabria

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA

WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com