Attualità Catanzaro Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | Nicola Gratteri e le indagini: «Toglietevi dalla testa la mania di persecuzione»

Così il procuratore della Repubblica di Catanzaro intervenendo alla prima edizione della "Rassegna Letteraria Città di Catanzaro" Scritto da: REDAZIONE

«Toglietevi dalla testa la mania di persecuzione». Lo ha dichiarato il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri intervenendo alla prima edizione della “Rassegna Letteraria Città di Catanzaro”, organizzata al Parco della Biodiversità. Intervistato dal giornalista Klaus Davi, Gratteri ha proseguito: «Noi come Procura facciamo le indagini con la polizia giudiziaria, chiediamo al Gip le ordinanze di custodia cautelare, il Gip emette le ordinanze di custodia cautelare. Poi si può andare al Riesame, fare ricorso per Cassazione: una posizione la leggono 30-40, anche 50 magistrati solo per arrivare alla sentenza di primo grado. È ovvio che nel momento in cui facendo indagini si alza leggermente il tiro, non si va cioè sui soliti noti, sono i faccendieri, i massoni deviati, i quadri delle pubbliche amministrazioni, i politici, gli amministratori che vanno a cercare i capimafia. Noi non iniziamo a intercettare il politico, o il faccendiere, o il massone deviato. È questo che deve capire la collettività. Si crea l’idea che c’è una sorta di persecuzione per la città di Catanzaro o per la città di Vibo, ma non ci sono persecuzioni. Cioè, se tu vai a trovare il capomafia e poi con il capomafia parli di affari o di reati, la colpa non è di Gratteri, o dei sostituti di Gratteri, o dei Carabinieri, Polizia o Finanza. La colpa è tua che sei andato al servizio della ‘ndrangheta. Toglietevi dalla testa la mania di persecuzione, toglietevi dalla testa che Gratteri lo fa per qualcuno».

Condividi su Whatsapp
0 Condivisioni

Commenti

Clicca qui per commentare

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA