Attualità Catanzaro Cronaca Notizie Primo Piano TICKERS Video Video del giorno

VIDEO | “Rinascita-Scott”: sopralluogo all’aula bunker di Lamezia alla presenza del ministro Bonafede

Scritto da:

«Un segnale della presenza della Stato in Calabria»: ha commentato così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede durante il sopralluogo effettuato all’aula bunker di Lamezia Terme – allestita in un immobile nell’area ex Sir di proprietà della Regione – nella quale sarà celebrato il processo scaturito dall’operazione contro le cosche di ‘ndrangheta “Rinascita-Scott” condotta un anno fa dalla DDA di Catanzaro; presenti al sopralluogo anche il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri, quello di Vibo Valentia Camillo Falvo, il presidente della Corte d’appello Domenico Introcaso, l’avvocato Generale e procuratore generale facente funzioni Beniamino Calabrese, ed il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì. La maxi aula potrà ospitare circa mille persone, tenendo conto ovviamente del distanziamento sociale.

«La risposta è nei fatti. Nel luglio 2020 – ha dichiarato il ministro Bonafede –, abbiamo firmato il protocollo d’intesa. A distanza di 5 mesi l’aula è pronta per accogliere circa mille persone. Quando le istituzioni dimostrano che c’è la volontà, le cose vengono realizzate in tempi rapidi e anche in tempi, lasciatemelo dire, difficili come questo. L’aula bunker è un segnale di presenza della Stato, un segnale verso quei magistrati che, tra mille difficoltà, combattono la ‘ndrangheta, ma anche verso gli operatori della giustizia. A proposito della carenza in questo settore, posso dire che, da quando sono ministro, c’è stato un ampliamento di 22 unità di magistrati e di 150 di personale amministrativo. Desidero ringraziare tutti, anche la Regione e il demanio».

GRATTERI: «MASSIMO CONTROLLO»
«Si tratta – ha spiegato il procuratore Gratteri durante il sopralluogo – di una vetrina per l’Italia che combatte le mafie. C’è un’attenzione mediatica mondiale. Questa è un’aula all’avanguardia, basti pensare che ci sono 64 telecamere di controllo, il massimo per questo Paese».

FALVO: «UTILIZZO DA META’ GENNAIO»
«Finalmente – ha commentato il procuratore Falvo – quest’aula vedrà la luce. I lavori sono stati realizzati in tempi record, grazie anche alla testardaggine di Gratteri. L’aula sarà utilizzata da metà gennaio. È una grande opportunità per la giustizia italiana. La ‘ndrangheta deve essere processata qui dove nasce e prolifera. La presenza del ministro è il riconoscimento di un impegno da parte di tutti».

SPIRLI’: «QUESTO GIORNO LO DOBBIAMO A JOLE»
«L’importanza di questa giornata sta nelle parole del procuratore Gratteri, che ha ringraziato la Regione Calabria nella persona del presidente Jole Santelli. Questo giorno lo dobbiamo a Jole e alla sua intuizione politica. È un altro grande regalo che lascia ai calabresi, a 60 giorni dalla sua scomparsa»: lo ha affermato il presidente ff della Regione Nino Spirlì.

interviste:
Alfonso Bonafede – ministro della Giustizia
Camillo Falvo – procuratore della Repubblica Vibo Valentia
Nino Spirlì – presidente f.f. Regione Calabria

Condividi su Whatsapp
4 Condivisioni

 

VIDEO ONLINE – AGENZIA VISTA