sabato, 15 giugno 2024

VIDEO | Sopralluogo di Occhiuto a palazzo Mangeruca: “Un luogo sottratto alla ‘ndrangheta sarà utilizzato per creare sviluppo”

“È bello che un presidio confiscato alla ‘ndrangheta venga recuperato per fare sviluppo, perchè la ‘ndrangheta uccide lo sviluppo, lo impedisce, uccide i diritti e quindi il futuro dei territori”. Così il presidente della Giunta regionale, Roberto Occhiuto, nel sopralluogo effettuato questa mattina presso il “palazzo Mangeruca”, ecomostro che deturpa lo spettacolo dei vigneti sul mare nel comune di Melissa, confiscato ormai da molti anni. La Giunta regionale ha destinato al Comune di Melissa i fondi necessari all’abbattimento della strttura, che poi ospiterà un’area camper. “Questa iniziativa serve a ricostruire la speranza – ha proseguito Occhiuto – ringrazio l’assessore Orsomarso che ha suggerito alla Giunta regionale di destinare le risorse occorrenti al Comune per l’abbattimento dell’ecomostro, raccogliendo le istanze dal territorio. Il mio auspicio è ora che il Comune faccia presto ad abbatterlo, per poterlo riconsegnare alla comunità, come uno spazio di sviluppo. Sarà un’area camper, vocata a raccogliere i turisti e quindi a promuovere lo sviluppo di questo territorio. È bello che un presidio confiscato alla ‘ndrangheta venga recuperato per fare sviluppo, perchè la ‘ndrangheta uccide lo sviluppo, lo impedisce, uccide i diritti e quindi il futuro dei territori. Serve a ricostruire la speranza”.